"Tartufo" a Teatro

17/04/2013

Tartufo, ovvero il prototipo dell’ipocrita. Molière lo ha creato e alla sua commedia si rifà addirittura Murnau. Nel suo film “Tartufo” del 1925 il nipote del protagonista, per metterlo in guardia dalla domestica che lo ha convinto a lasciarla unica erede, gli mostra un film su Tartufo.
Passano i secoli e gli ipocriti continuano (inopinatamente) a trionfare. Così si potrebbe pensare a una trasposizione ai nostri tempi. Rimandano invece all’inizio del ‘900 i costumi che vediamo in questo allestimento di “Tartufo ovvero L’impostore” (a Milano al Teatro San Babila) e i personaggi si muovono in una scena con ben sette porte alle spalle, più una supplementare. Niente Feydeau, comunque, anche se la recitazione, decisamente esagitata, potrebbe anche indurre a pensarlo. E, dal momento che l’originale è in francese, Corinne Clery – sì, proprio lei – calca sul suo accento francese e dice più parole nella lingua d’Oltralpe che in italiano: i problemi di dizione sono così superati. E gli spettatori ridono. Anche perché Franco Oppini, nel ruolo di Orgone, ripete più volte rivolto al pubblico «Io questa non la capisco».
La storia raccontata da Molière non può naturalmente essere alterata. E anche il meccanismo con relativo personaggio (il messo del re), che consente un finale happy end, rimane inalterato. Perfetto nell’originale, quale tributo di Molière al re, che alla fine aveva concesso di rappresentare la commedia (fino a quel momento osteggiata perché attaccava i potenti e i loro comportamenti) appare un po’ stridente con l’ambientazione e la collocazione temporale, alla quale avevamo assistito fino ad allora. Perché non sempre la (quasi) attualizzazione regge la prova della scena.


“Tartufo” ovvero L’impostore
di Molière
con Franco Oppini, Corinne Clery, Domenico Pantano
e con Paola Giannetti,  Andrea Murchio, Giorgia Guerra, Davide Paciolla, Antonio Tallura, Liliana Randi, Gianluca Delle Fontane
Regia Giovanni Anfuso
Scene Alessandro Chiti   Costumi Cabiria D’Agostino    Musiche L.Francisci – S.Conti
A Milano al Teatro San Babila dal 9 al 28 aprile 2013

Valeria Prina