Un Natale Animato

23/12/2013

Neve, ghiaccio, musica, divertimento, magia.  “Frozen – Il Regno di Ghiaccio”, l’ultimo regalo  della Disney, è decisamente il film di Natale. La fiaba di Andersen che gli dà origine si trasforma in un musical. Il film di Chris Buck e Jennifer Lee, che nell’edizione italiana si avvale delle voci di Serena Autieri (la Regina Elsa) ed Enrico Brignano (Olaf, il pupazzo di neve), si discosta da “La Regina delle Nevi” sia nelle atmosfere che nella vicenda.
Ad ogni potere è legata una maledizione e la Regina Elsa intrappola il proprio Regno in un incantesimo glaciale. Per spezzare il maleficio la sorella Anna intraprende un viaggio avventuroso con i compagni più bizzarri, tra i quali spicca, per sicura allegria, il pupazzo di neve Olaf. Tenero e vivace e con molti (forse troppi) numeri musicali.
Il nuovo successo Disney succede, sugli schermi natalizi, al faticoso decollo di “Planes”, storia dell’aeroplanino che soffre di vertigini, film nato sulla scia di Cars ma che non ne replica la freschezza.

Più semplice e lineare, adatto al pubblico dei più piccini, ma gentile e gustoso proprio nella sua semplicità è il belga “Il Castello Magico” di Ben Stassen e Jérémie Degruson, storia di un gattino abbandonato che si rifugia in quella che è additata come una casa stregata. La abita un vecchio illusionista che l’avido nipote ha fretta di far rinchiudere in un ospizio per vendere liberamente l’antica villa. Ma i suoi magici abitanti intraprendono un’accesa battaglia contro nipote e visitatori per salvare la casa del prestigiatore e il gattino la capeggia riuscendo a conquistare anche i suoi gelosi compagni, l’ostile Coniglio e il topino bianco. Un film d’animazione che per una volta non punta sul 3D ma sulla simpatia del racconto.
In ritardo sul Natale il film uscirà a Capodanno per continuare ad allietare le feste natalizie con la grazia di un divertimento garbato e coi suoi piacevoli personaggi. In netto contrasto col cupo ed elucubrante Capitan Harlock (di cui ci occuperemo in apposita sede) la cui uscita è prevista nella stessa data.

Esce invece in sala il giorno stesso di Natale “Piovono Polpette 2 – La Rivincita degli Avanzi”, sequel che la Sony Pictures ha sfornato sull’onda del successo del primo capitolo. La storia inizia infatti sessanta secondi dopo la fine del film precedente, con la scoperta che la l’invenzione dello scienziato Flint, il Replicatore di Cibo Super Mutante che aveva minacciato il mondo, non è andata distrutta come si credeva ma è ancora in funzione, e quindi il mondo necessita ancora una volta di essere salvato. Il film si snoda in una serie di gag, con molta comicità e meno estro, ma muovendosi su una linea più ordinaria, come sovente accade ai capitoli due.

Gabriella Aguzzi