Tamara Drewe

10/01/2011

di Stephen Frears
con: Gemma Arterton, Roger Allam, Bill Camp, Dominic Cooper, Luke Evans

Stephen Frears non ha perso il suo spirito corrosivo, così si tuffa a raccontare la caleidoscopica girandola di amori incrociati, equivoci e tradimenti all’inglese (come recita il sottotitolo italiano) in cornice campestre con ritmo scoppiettante e, dietro la scanzonata apparenza brillante che lega il tutto, il suo cinico umorismo critica e graffia con cattiveria tutta britannica.
Ex bruttina di campagna torna alla casa di famiglia nel Dorset e ai vecchi amori come giornalista di successo con nasino rifatto dalla plastica e subito il brutto anatraccolo trasformatosi in femme fatale crea sompiglio nella piccola comunità. Incrociano la sua strada un affermato scrittore vanesio, la moglie signora di campagna, una rock star aggressiva, due catastrofiche ragazzine folli d’invidia, un altro scrittore in crisi, il ruvido ex innamorato campagnolo....
Alla base di questa dark comedy c’è l’omonimo romanzo a fumetti di Posy Simmonds, inizialmente pubblicato settimanalmente sul Guardian, che a sua volta s’ispira a “Via dalla pazza folla” di Thomas Hardy, presentandosi come una sua libera moderna versione. Il film aggiunge il divertissement di continui riferimenti al mondo di Hardy (un esempio per tutti la scena di seduzione esibendosi con le bacchette della batteria anziché con le spade).
Divertente, variopinto, con gocce di vetriolo.

Voto: 7

Gabriella Aguzzi