I Sogni Segreti di Walter Mitty

21/12/2013

di Ben Stiller
con: Ben Stiller, Kristen Wiig, Adam Scott, Shirley MacLaine, Sean Penn

Non aspettatevi un remake di Sogni Proibiti. Del film del 47 con Danny Kaye resta il nome del protagonista e lo spunto iniziale: un impiegato represso che fugge alla monotonia quotidiana attraverso i sogni e che si trova coinvolto all’improvviso in un’avventura simile a quelle immaginate. Ma null’altro. “I Sogni Segreti di Walter Mitty” non è neppure una rivisitazione trasportata ai giorni nostri perché diversa è la vicenda narrata e soprattutto è diverso lo spirito, la chiave di lettura che Ben Stiller gli dà. E non aspettatevi una comicità sguaiata e fracassona. Troverete invece una comicità lieve e intrisa in un tocco di malinconia.
Questa è la bella sorpresa confezionata da Ben Stiller, che ne è anche interprete agrodolce. Riesce a trasformare i sogni avventurosi del suo Walter Mitty in una commedia sentimentale nel senso più nobile del termine, con un’ironia garbata che va a prevenire ogni sdolcinatura. I sogni sono segreti perché abbandonati, riposti in un cassetto nascosto della mente col rimpianto di una vita che avrebbe potuto essere e da cui invece i bisogni di ogni giorno hanno fatto deviare. A Walter Mitty, sepolto negli archivi fotografici della rivista Life, non resta che sognare. Ma gli basta innamorarsi timidamente per trovare il coraggio compiere l’impossibile e, a caccia di un negativo perduto, vivere un’avventura  nei luoghi più impervi e sperduti ritrovando anche quella parte di sé che aveva smarrito.
Su questa materia Ben Stiller gioca con dialoghi brillanti e situazioni paradossali e una comicità misurata anche quando rasenta l’assurdo, in un continuo e riuscito contrasto tra la gentilezza impacciata del suo personaggio e il clima che lo avvolge. Costruisce gag gustose e condisce il tutto con la bellezza di paesaggi incantevoli, dall’Irlanda alla Groenlandia al Tibet. La presenza di Shirley MacLaine e Sean Penn è il tocco finale.

Voto: 7

Gabriella Aguzzi