L’Amore Bugiardo – Gone Girl

08/01/2015

di David Fincher
con: Ben Affleck, Rosamund Pike

Fincher in stile Hitchcock. Un thriller dai molti colpi di scena e ribaltamenti di fronte che mostra i diversi volti della verità. E dietro la patina del thriller c’è molto di più: la crisi che avanzando distrugge la coppia perfetta, lo sgretolamento dell’amore che scivola in un vortice di menzogne, la fame selvaggia dei media che creano mostri, la necessità di apparire. Il tutto senza mai perdere di vista la suspense, avvolgendo protagonisti e spettatori in un clima di mistero in cui si smontano e ricompongono i tasselli di un puzzle ricostruito dai flash back.
Fincher, sempre alla maniera di Hitchcock, gioca ad ingannare il pubblico ribaltando la verità, raccontando la storia attraverso le pagine del diario della moglie scomparsa e le testimonianze davanti alle telecamere che non danno tregua al marito incastrato da tutti gli indizi. La storia di un amore ideale naufragato nell’insofferenza. Il ritmo non cede mai, ambiguità e sospetti si insinuano nelle pieghe di un quadro elegante tingendolo di dark.
Ben Affleck è perfetto nel ruolo spaesato di marito sospetto per il quale non si sa se provare avversione o pietà, accanto a Rosamund Pike, bionda vittima intrigante. Gelido ritratto di una società falsa quando non riesce più a rispondere al modello che si è creata, L’Amore Bugiardo nelle sue 2 ore e 25 minuti è un film solido e coinvolgente, carico di sorprese, senza sbavature né momenti di stanchezza.

Voto: 7,5

Gabriella Aguzzi