Che - L'Argentino

16/04/2009

di Steven Soderbergh
con: Benicio Del Toro, Demiān Bichir, Jorge Perugorrėa, Catalina Sandino Moreno

La mimesi tra Benicio Del Toro e Ernesto “Che” Guevara è sorprendente: l’attore si trasforma nel Che per somiglianza fisica e con passionale calore che gli ha procurato il Premio per la Miglior Interpretazione Maschile al Festival di Cannes 2008. Il film di Soderbergh segue l’ascesa del Che nella rivoluzione cubana e racconta la guerriglia che ha portato al rovesciamento della dittatura di Batista, giorno dopo giorno, ricostruendola minuziosamente dal “Diario della Rivoluzione Cubana” dello stesso Che, dal lungo periodo sulle montagne della Sierra Maestra ai colori accesi dell’assalto a Santa Clara che precede la conquista dell’Avana, e alternandola alle sequenze del Che all’ONU cinque anni dopo, in un bianco e nero documentaristico.
Duole però ammettere che il film di Steven Soderbergh (uno dei registi più sopravvalutati a giudizio di chi scrive) e prodotto dallo stesso Del Toro, nonostante l’innegabile cura nella ricostruzione storica e nei dettagli tecnici, ottenga il risultato di essere di una noia mortale tanto che vien spesso da gettare un occhio all’orologio per controllare quanto resti degli inesorabili 131 minuti. Lento e verboso, non lascia spazio ad alcun contesto storico, concentrandosi sul capitolo della guerriglia. Certo è meglio dare per scontato che se ne conosca il quadro, anziché infliggerci l’ennesimo biopic con lezione annessa, ma dei film girati attorno alla figura del Che abbiamo preferito il ritratto giovanile di “I diari della motocicletta” che possedeva ben altra lievità.
Se ancora il film non fosse stato abbastanza prolisso è già annunciata il 30 aprile l'uscita di "Che - Guerriglia"

Voto: 5,5

Gabriella Aguzzi