La verità vi spiego sull'amore

29/03/2017

Lei parla guardando in macchina: si rivolge dunque agli spettatori di La verità vi spiego sull'amore, il film dal 30 marzo al cinema. «Volevo ricostruire l’atmosfera del blog TiAsmo, da cui è tratto il romanzo e da cui nasce come conseguenza il film» spiega il regista Max Croci. Lei è Ambra Angiolini, fin dalla prima lettura considerata l'ideale interprete di Dora. Attorno a lei si muovono vari personaggi, ben caratterizzati, interpretati da attori molto amati dal pubblico.
Nel film, seguendo il blog, si racconta la storia di un amore finito dopo sette anni ed è un racconto sul filo del disincanto, con momenti di allegria e di risate, mentre la macchina da presa è sempre su di lei protagonista. Dora è la tipica donna up-class, fa notare il regista, come lo sono tutti i personaggi della vicenda, ciò che rende tutta la storia più spumeggiante. Basta pensare a come sono presentate le mamme ai giardinetti, viste come se fossero in un film western.
Ambientato a Torino, come nel romanzo, il film vede spesso in primo piano la Mole Antonelliana che ospita il Museo del Cinema (il cinema si mostra al cinema), mentre la casa al mare è stata trovata a Fregene, ma potrebbe essere ovunque, perché volutamente sempre ripresa isolata dal contorno.
I personaggi si incrociano e si contrappongono. Così la relazione di Dora e Davide (Massimo Poggio) finisce, mentre inizia quella tra Sara (Carolina Crescentini), l'amica di Dora, con Simone (Edoardo Pesce), un poeta-bidello molto diverso da lei, che sarà il babysitter dei due figli di Dora. Questi a loro volta sono molto differenti dai genitori, al punto che Pietro appare molto più pragmatico e realista di loro, pur avendo cinque anni. E anche le nonne paiono molto diverse, perché se Mimi (Pia Engleberth), la madre di Dora è un'ex sessantottina ora attenta all'ambiente, Roberta (Giuliana De Sio), la madre di Davide, rifiuta di farsi chiamare nonna e si sente sempre molto giovane. Ancora nel cast, Arisa, che qui è in una insolita veste attoriale.
Dall'incrocio e dalla contrapposizione di questi personaggi appare evidente che siamo di fronte a una commedia brillante, che parla di fatti della quotidianità facendo ridere gli spettatori.
Come sono stati scelti gli attori? Max Croci racconta che la scelta di Ambra ha coinciso per il produttore Guglielmo Marchetti con l’acquisto dei diritti del romanzo. «Edoardo Pesce - commenta il regista – è stato una sorpresa: non lo conoscevo prima, ma appena l’ho visto ho capito che era perfetto per il ruolo di Simone. Giuliana De Sio è un monumento del nostro cinema e del teatro: sono felice di averla convinta a tornare sullo schermo». E aggiunge, a proposito delle due attrici nel ruolo delle due nonne: «Bisognerebbe fare uno spin-off con le due nonne». E con Ambra: ci sarà un terzo progetto? «Perché no? Lei ha sempre fatto dei ruoli di donne sole o abbandonate: dei ruoli sempre forti. La vedrei bene come una dark lady in un film noir».
Il film si basa su un blog di successo divenuto poi un romanzo. Quando sono iniziate le riprese l'autrice, Enrica Tesio, racconta di essere andata dai figli e di aver detto «”Bimbi, lo sapete che stanno girando il film dal libro di mamma?”. Mi hanno guardato perplessi e il più grande ha risposto: “Vabbè, anche papà ci fa sempre i film con l'iPhone”».

La verità vi spiego sull'amore
con Ambra Angiolini, Carolina Crescentini, Massimo Poggio, Edoardo Pesce, Pia Engleberth, Maurizio Di Carmine
con la partecipazione di Arisa
e con la partecipazione straordinaria di Giuliana De Sio
regia di Max Croci

Valeria Prina