Musica live al Na Cosetta del Pigneto di Roma: canta La Differenza

27/02/2018

Fabio Falcone alla voce, Scarica al basso, Jakka alla tastiera, Mattia Pompei alla chitarra e Davide Cancelli alle batterie, questa la formazione che l’altra sera ha infuocato il pubblico di “Na Cosetta” di Roma, conosciuti come La Differenza.
Con in attivo 5 dischi, durante il live ripercorrono una scaletta che spazia dai lori primi successi  Che farò (pezzo sanremese 2005), Percezione 90, In un istante, ai brani dell’ultimo album Il tempo non (D)esiste, disco che vanta collaborazioni con diversi artisti italiani.
La band, preceduta durante la serata dal Bosco 21 (che aprirà anche i prossimi concerti de La Differenza), intrattiene tutto il pubblico del locale per un’ora di musica live e riesce oltre che a far cantare tutti i presenti,  ad emozionare i fans con le varie performances storiche del loro repertorio musicale.
La track list del loro ultimo album racchiude delle rivisitazioni di brani, tutte accompagnate dagli stessi artisti autori dei pezzi; la band nel suo ultimo lavoro ha voluto più che incidere delle cover, riportare alla luce dei brani che seppure passati inosservati al loro primo tempo di pubblicazione, possono oggi riemergere ed essere cantate grazie a La Differenza.
La band con il suo live sarà il 2 Marzo a Milano al BQ De Nòtt e il 10 Marzo a Tarvisio (UD) al Pit Stop Bar.

Adesso qualche domanda al cantante Fabio Falcone de La Differenza:

Fabio, ci ritroviamo oggi al vostro quinto lavoro discografico con una band un po’ diversa da quella che era alla sua costituzione. Ripercorriamo con te i momenti più celebrativi e che ricordi con più piacere de La Differenza.

Il grande pubblico ci conobbe con quel Sanremo di Bonolis del 2005. Eravamo nei giovani insieme ai Negramaro, ai Modà, fu un festival incredibile, il livello era altissimo. Sono passati tanti anni ma non ci siamo mai fermati, abbiamo sempre suonato tantissimo, in tour in Italia ma anche all’estero. La collaborazione con Franco Battiato e i Depeche Mode nel 2009 è stato uno dei momenti artisticamente più alti ma di cose ne abbiamo fatte tante e sempre in modo fiero. Sono contento di essere un membro de La Differenza.

Il tempo non (D)esiste il vostro ultimo album, è quasi interamente una rivisitazione di canzoni di altri artisti italiani, come avete scelto questa strana combinazione di brani?

Oggi la musica in Italia è quasi solo rap e trap. Avevamo voglia di dire, ehi .. non dimentichiamoci da dove arriviamo, ci sono canzoni meravigliose sepolte nella sabbia. Sembra che i ragazzi di oggi conoscano solo il linguaggio del rap ma non può essere così. Non sai davvero chi sei se non sai da dove arrivi. E’ questo lo spirito che ha infiammato la nostra ricerca durante le incisioni di “Il tempo non (D) esiste”.

Il vostro battesimo è stato nel 2005 il palco dell’Ariston, potrebbe esserci un vostro ritorno al Festival di Sanremo?

Potrebbe si ma il mondo della musica in Italia è un casino, quindi vedremo cosa succederà. Mai dire mai.

Ci lasci con qualche anticipazione per quest’estate? State organizzando un tour?
Si, abbiamo tante date live e stiamo lavorando ad alcune nuove canzoni. Siamo in gran forma. Non smetteremo di stupirci e spero di stupirvi.

Fabio Romeo