La Bella e La Bestia

31/03/2017

di Bill Condon
con: Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Ewan McGregor, Ian McKellen, Emma Thompson, Stanley Tucci

Col pensiero ai precedenti live action della Disney ci aspettavamo una nuova interpretazione della celebre favola. Il Libro della Giungla era assai più dark e doloroso del film di animazione, Maleficent si discostava totalmente dalla Bella Addormentata, a partire dalla protagonista, scrivendo una storia completamente nuova e anche la Cenerentola di Branagh guardava la fiaba da una diversa angolazione. Non è così per La Bella e la Bestia che cerca invece di ricalcare l’acclamato film di ventisei anni fa in tutto e per tutto, perfino nelle inquadrature, nel vaporoso abito di Belle e in quello di Bestia che la conduce goffamente nel ballo quando il mostro cessa di essere terrificante per lasciare il posto a un grezzo innamorato.
Le novità, che arricchivano la favola originale di poesia, erano tutte già in quel primo film: l’antefatto con la rosa che ad ogni petalo caduto minaccia di cristallizzare per sempre l’incantagione del castello dimenticato, Belle che capeggia la nuova schiera di eroine Disney indipendenti e caparbie, avida lettrice di storie e guardata da tutti con sospetto perché “diversa” e che di un diverso si innamora, le gustose figure di Lumière e gli oggetti animati del Castello. Il live action può essere considerato tanto un omaggio quanto un clone perché si limita a dare corpo e volto ai disegni di allora, quasi volesse far prendere loro vita così come prendono vita candelabro, tazze, orologio e pianoforte allo spezzarsi del maleficio.
Il regista Bill Condon sceglie anche di ripercorrere la scelta del musical, colmando il film di canzoni. E dove aggiunge il remake aggiunge poco e male: un paio di personaggi di colore per soddisfare il polically correct, qualche flash back sul passato dei genitori di Belle che poco si incastra con il resto, tanto per arricchire il background dei protagonisti, e qualche altro faticoso passaggio come il salvataggio del padre di Belle che il malvagio Gaston lascia quasi ammazzato nel bosco.
Cast stupendo ma, ahimè, con il doppiaggio italiano possiamo apprezzarne solo la metà. Sotto le sembianze di Lumière, Tockins, Mrs. Bric e Cadenza si nascondono Ewan McGregor, Ian McKellen, Emma Thompson e Stanley Tucci, ma non ne udiamo le voci, neppure quando cantano, perché la scelta è stata, per compiacere il pubblico dei più piccoli, di tradurre e doppiare anche le parti cantate.

Voto: 6,5

Gabriella Aguzzi